rotate portrait thanks

Territorio

Territorio

La Messapia, l'attuale territorio delle Murge meridionali e del Salento che si estende nelle province di Brindisi, Taranto e Lecce, è un luogo magnifico dove si alternano il rosso della terra, il bianco abbagliante delle masserie, il grigio antico dei trulli, le tonalità verdi di ulivi e querceti e le mutazioni cromatiche stagionali dei vigneti.
 
Il Comune di Torre Santa Susanna si trova a metà strada tra il Mare Adriatico e il Mar Jonio, a 30 minuti dagli affascinanti e peculiari ecosistemi di Porto Cesario e di Pulsano, dalla "città bianca" di Ostuni, con il suo abbagliante candore degli edifici, e dalla bellissima Ceglie, ricca di testimonianze della civiltà messapica e di strutture tipiche pugliesi. Al centro dell'abitato di Torre Santa Susanna è presente un obelisco con la statua della Santa stessa e a poche centinaia di metri si erge la cattedrale.

Territorio

Nei pressi della tenuta si trova il Castello Svevo di Oria, una splendida costruzione edificata tra il 1225 e il 1233 per volere di Federico II. La definizione del castello come ''gigantesco gioiello di pietra'' sintetizza lo splendore di questo maniero svevo, posizionato su una collina a metà strada tra Brindisi e Taranto.
 
In tutta la provincia di Brindisi, sono significativi i segni del feudalesimo, con le grandi architetture castrensi, e l’influenza dell’arte barocca che, assieme ad importanti opere bizantine, ritroviamo nelle città di Lecce, Galatina e Otranto, meravigliosa roccaforte sul mare.
 
Sulla costa adriatica, per gli amanti della natura incontaminata, tappa irrinunciabile è l'area protetta di Torre Guaceto e delle Cesine, dove - oltre che visitare le suggestive grotte costiere che racchiudono ritrovamenti preistorici - passeggiando tra i ginepri, è facile avvistare un germano reale o un airone rosso.

Nelle Grotte di Castellana e Massafra, a Gravina è possibile osservare il fenomeno carsico, che ha formato e plasmato il territorio, in tutte le sue manifestazioni dalle doline alle gravine, dalle grotte alle lame.

Suggestiva è anche l’esperienza di vedere ballare la “Pizzica”, un ballo locale tipico, nei pressi di Lecce durante i mesi estivi.

“Quando abbiamo deciso di estendere ulteriormente i confini regionali delle nostre aziende, non ho avuto dubbi sul fatto che il Salento sarebbe stata la scelta giusta. Questa zona, eccezionalmente vocata alla produzione vitivinicola, è anche caratterizzata dalla cultura, dalla bellezza architettonica, dall’eleganza delle sue città principali e gode di una posizione particolare essendo collocata fra due mari, l’Adriatico e lo Ionio. Qui il paesaggio dell’antica storia si mescola e confonde con lo spettacolo della natura: campi rigogliosi in cui si susseguono l’oro del grano, il rosso dei pomodori, il verde degli ulivi millenari e dei vigneti pregiati”.

Gianni Zonin