rotate portrait thanks

Sasseo

Degusta con il Winemaker

Da un’attenta selezione di uve Primitivo in purezza cresciute su un terreno di terra ocra e lastre calcaree domate secondo una tecnica unica di frantumazione della pietra, da un a namento di 12 mesi in botti di prezioso rovere di Slavonia da 65 ettolitri, oltre al giusto riposo in bottiglia, nasce questo cru che mantiene il rigore varietale autoctono, ma si apre a un gusto internazionale. E infatti, il nome Sasseo scelto per questo Primitivo intende richiamare l’unicità, la solarità e la forza del terroir che si ritrovano nel calice. Rosso rubino intenso che profuma di amarena, violetta, liquirizia e dolci accenti di spezie. Vellutato, caldo e persistente: un vino da bere in tutta calma, davanti a una portata importante in tavola o leggendo un libro.

sasseo

Classificazione

Salento IGT

Zona di produzione

Agro di Torre di Santa Susanna, Salento

Uve

Primitivo in purezza

Vinificazione e affinamento

Le uve, raccolte a maturazione avanzata, vengono delicatamente pigiate e diraspate, il mosto subisce quindi un processo di fermentazione di 14 giorni ad una temperatura di 25 - 28° C. Completata la vinificazione il vino matura per 12 mesi in fusti di rovere di slavonia, seguiti da un ulteriore periodo di affinamento in bottiglia.

Colore

Rosso rubino cupo e profondo

Profumo

Al naso dispiega profumi intensi e pieni che richiamano la prugna, la confettura di frutta rossa con dolci accenti di spezie.

Sapore

Vino di buon corpo, in bocca è avvolgente, caldo, morbido ed esprime un fruttato molto maturo, sostenuto da una piacevole trama di tannini dolci.

Abbinamenti gastronomici

La sua struttura lo rende vino ideale per accompagnare piatti tipici della cucina pugliese come la capriata di fave e cicoria oppure carni rosse alla brace e l’agnello al forno.

Temperatura di servizio

Va servito intorno ai 18° C.

Gradazione alcolica

14,5% in volume

Formati disponibili

750 ml - 1500 ml